Él principe dei virus

Él principe dei virus

Chi l’arès mai cridit, o pudì immaginal,

scampaèm isé be e sa sintièm immortali.

Demenamà a fam na, la vita a culmartèi,

me mia capitat de niscus, tra co e cupì,

èl principe dei virus, encurunàt de fiur.

                        Riàt da chisandoe, piö delons dè delontà,

                        d’endoe chendre fes, s’era za mitit èn vias,

                        peste, colera, spagnòla e öltema, l’asiatica.

L’è stac’ pès de ‘na guera per la poera zènt,

                        Chè alura per difindis, gh’era propis niènt.

A ardal be, èl sömea carì infinamai bèl,

istès de na patìna ricamada a uncinetto.

Ise basta vias, mese, crocere e le partide.

Töc’ a baita, basta basas sö e brasas sa,

sa ga nomösta, dè seghetà a laas le ma.

                        Coragio s-cec’ e s-cete nient pore e spaenc’,

                        nom vest de bröte, ma i’è finde töte.

                        Ambiarom ‘na vita nöa, sana, magari mèi,

                        edarìf chè toc’ i nòsc dutur sanc’ è benedèc’,

                        a chèl virus che, i gal töara prèst èl lechèt.

Candida Gottardi

Il principe dei virus.

Chi l’avrebbe mai creduto o potuto immaginarlo,/ vivevamo così bene e ci sentivamo immortali./ Invece a farci andare la vita a ruzzoloni/ non ci è capitato di soppiatto tra capo e collo,/ il principe dei virus incoronato di fiori./

Arrivato da chissà dove, più lontano di lontano,/ da dove molto addietro, s’era già messa in viaggio,/ peste, colera, spagnola e da ultima l’asiatica./ E’ stato peggio di una guerra per la povera gente,/ che allora per difendersi non aveva proprio niente./

A guardarlo bene sembra carino quasi bello/ simile a una pattina ricamata a uncinetto./ così basta viaggi, messe, crociere e le partite./ Tutti a casa, basta baciarsi e abbracciarsi, si deve soltanto continuare a lavarsi le mani./

Coraggio ragazzi e ragazze, niente paura e spaventi,/ ne abbiamo viste di brutte cose, ma sono finite tutte./ Inizieremo una nuova vita più sana magari migliore,/ vedrete che tutti i nostri medici santi e benedetti,/ a questo virus qui, presto glielo toglieranno il vizio./

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.